Stampa

I volti e le voci immagine

Segnaliamo la nuova sezione I volti e le voci dedicata alle fonti orali aperta nell’archivio online traccenotav.org.
I volti e le voci: ovvero la dimensione popolare del movimento notav nei volti e nelle voci dei militanti. Racconti che partono da lontano, storie diverse che si incontrano.
Il progetto, curato dal Centro di documentazione del Controsservatorio Valsusa è stato presentato in anteprima il 5 luglio 2021 in Val di Susa in una serata promossa in collaborazione con la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari e il Valsusa Filmfest.

Nelle diverse narrazioni che vengono fatte del movimento notav le immagini delle persone, dei tanti militanti di base (spesso anziani) che costituiscono l’ossatura del movimento, appaiono quasi sempre in secondo piano se non addirittura assenti.
Obiettivo della raccolta di autobiografie raccolte in video e presentate nell’archivio online è quello di restituire la dimensione umana di una lotta attraverso racconti che partono dal vissuto precedente, spesso da ricordi dell’infanzia, dalla formazione scolastica, da precedenti esperienze di impegno nel sociale. E non di rado sono presenti richiami alla Resistenza al nazifascismo e alla lotta partigiana.
L’approdo alla militanza nel movimento notav è insomma un punto di arrivo e per molti anche l’occasione per scoprire nuovi interessi e nuove occasioni di impegno.
La dimensione collettiva di una lotta popolare non viene persa nei singoli racconti: al contrario viene valorizzata dalla passione che anima le singole persone, dalla forza che emanano i racconti, dalla dolcezza dei volti, dall’intensità degli sguardi.

La raccolta di autobiografie è particolarmente rivolta a chi nutre almeno qualche dubbio sulla narrazione tossica che i grandi media fanno dei notav: visti da vicino non sono poi così brutti...


traccenotav.org è l’archivio online del Centro di documentazione Emilio Tornior curato dal Controsservatorio Valsusa. E’ in continuo aggiornamento e raccoglie già migliaia di documenti che raccontano della resistenza popolare in Valsusa vista da diverse angolature: la sezione “Il movimento si racconta” propone documenti in formato digitale che ripercorrono le tappe del movimento; la sezione “I media ne parlano” riporta migliaia di articoli di stampa e telegiornali, la sezione “i libri” riporta una ricca bibliografia con oltre 200 titoli. In ogni sezione è possibile impostare filtri ed effettuare ricerche per parole chiave. Una parte dei documenti è ancora offline in attesa di elaborazione.
I video presentati nella sezione "i volti e le voci" sono di proprietà del Controsservatorio Valsusa: l'utilizzo anche parziale dei video e dei contenuti audio richiede l'autorizzazione del Controsservatorio Valsusa
Un restyling del sito, già iniziato, consentirà di aprire presto nuove sezioni dedicate ad altri aspetti specifici, mentre per la parte “I volti e le voci” è già oggi aperta una collaborazione con la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari.