anche su: logo Youtube   Logo Facebook    Logo Twitter resize 

Pensiero unico, dissenso, repressione: che fare?

convegno repressione 20 05 202120 maggio 2021 ore 16
diretta streaming: https://youtu.be/Els05k2G2kc

Seconda parte del convegno del 22 aprile scorso

Pensiero unico, dissenso, repressione

convegno repressione 22 04 2021


Giovedì 22 Aprile in un confronto a più voci si parlerà di diritto al dissenso, repressione e pensiero unico.
Si parlerà soprattutto dell’incapacità della politica di governare il conflitto sociale cogliendo la domanda di ascolto, di tutela dei diritti e di giustizia che, inascoltata, si trasforma appunto in conflitto sociale aperto e a volte aspro.

Pubblichiamo volentieri questo appello che ha già ricevuto centinaia di adesioni, tra i primi firmatari esponenti di spicco del mondo della cultura, giuristi, intellettuali, artisti, accademici.

Libertà per Dana

Alla Ministra della Giustizia
prof. Marta Cartabia
Al Garante nazionale delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale
dr. Mauro Palma
Al Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale per il Piemonte
dr. Bruno Mellano
e, per conoscenza
Al Tribunale di sorveglianza di Torino

Dana Lauriola, militante No Tav, è in carcere dal 17 settembre 2020 – e, dunque, da quasi sei mesi – in esecuzione di una condanna a due anni di reclusione per il reato di violenza privata (per il quale, con il bilanciamento tra aggravanti e attenuanti, la pena prevista dalla legge parte da 15 giorni).

 

 

Artifici e raggiri
Esposto alla Procura di Roma

 Procura della repubblica Roma

Il 18 novembre scorso il direttivo del "Controsservatorio Valsusa" ha presentato alla Procura della Repubblica di Roma un esposto-denuncia segnalando un'imponente serie di forzature, di attestazioni imprecise e di giudizi tecnici inattendibili intervenuti nell'iter della Nuova Linea Ferroviaria Torino-Lione. In particolare abbiamo denunciato che tali forzature (veri e propri "artifici e raggiri", per usare il lessico del nostro codice penale) hanno indotto “in errore” i decisori politici sui vantaggi dell’opera inducendoli ad adottare atti funzionali al (parziale) finanziamento della stessa.

Dana e gli altri: non basta lo sdegno

Dopo il convegno dello scorso febbraio sulle politiche repressive in Valsusa ecco un nuovo appuntamento per dare continuità e concretezza ai contenuti del documento dello scorso 24 settembre: il Controsservatorio Valsusa promuove un confronto a più voci a cui partecipano giuristi, accademici, avvocati e associazioni
Mercoledì 7 ottobre 2020 alle 17:45 presso la sede del Centro Studi Sereno Regis - via Garibaldi 13, Torino (scarica la locandina in pdf)

camcorder Vedi la registrazione dell'incontro trasmesso anche in diretta streaming
7 ottobre Dana